Nasce a Ferrara nel 1960, e mostra fin da bambina varie doti di creatività sia per il senso del colore, che per la scrittura, e la recita. Dal 1986 al 2000 lavora come speaker, tecnica mixer e registrazioni a Radio Onde Furlane, dove la sua voce si espande anche attraverso la creatività in spot, canzoni, programmi d'intrattenimento e performance di poesia e musica. Piccole pubblicazioni locali, varie segnalazioni. Testi per eventi a tema. Un raccontino in lingua friulana pubblicato in Parole di legno, Mondadori Anni dopo entra a pieno nel mondo della grafica ed Illustrazione digitale attraverso un ampia formazione professionale. Graphic designer, Digital Art, mostre collettive con .Lab. e Galleria ARTtime di Udine. Riconoscimenti da Malagutti onlus, Scarpetta d'oro., Malcesine Jazz per illustrazioni a tema. Scrive per Blud life, si definisce Sommelier d’arte, presenta mostre ed eventi. Aggiungendo qualche brano di sua creazione. L'arte di Gloria ricorda un treno di creatività che passa attraverso il surreale, mondi di colori, gente, luci, entrate, voci, con la magia di un animo fanciullesco contrapposto a parole ed emozioni di un profondo vissuto. Leggera fresca e complessa … o vulcanica nella passione per creare e trasmettere.

Video di presentazione

(non presente)

Brano in lingua italiana

 Cambia le parole


Non c’è nessuna firma che assicuri eternità
non c’è nessuna gloria se non scegli in libertà
parole come semi che ovunque spargerai
lo sa solo il tuo dentro quali fiori coglierai.

Parole troppo forti per sembrare superiori
parole così dolci come balsamo sui cuori
ascolta quel silenzio pari a nessun costo
la gioia del sentirti nel tuo dentro nel tuo posto

Cambia le parole che non mutano giammai
il fuoco scalda i gesti e le cose che farai.
Parole senza senso che non ascolterai
parole del tuo dentro che adesso seguirai.

Cambia le parole che ritornano di più
le foglie si rinnovano e le vecchie cadon giu
un ciclo personale con diverse verità
un filo che s’intreccia colle tante realtà.

Nasce un sentimento nella spontaneità
lo sforzo non è amore che da solo vive già
parole degli dei nel silenzio sentirai
segui la natura e il mistero lo vivrai.

Lascia le parole che ripetono follia
la gabbia dei pensieri porta solo malattia
parole come giochi che ancora creerai
sarà il tuo talento a darti il senso che avrai

il vuoto è una pastiglia che toglie la paura
il respiro è come l’onda che poi segue l’avventura
parole silenziose che adesso sentirai
son vere la parole che adesso spargerai.

Cambia le parole il silenzio ci unirà.

Brano nel linguaggio dei territori

 

(non presente)