Formato nel synth pop inglese, compone e canta in inglese ed in italiano. Acquisisce nel suo stile compositivo anche elementi funky senza mai trascurare le radici del cantautorato italiano. All'attivo come uscite ufficiali un album il suo gruppo, i Deb.on.air e qualche singolo con diversi pseudonimi assecondando le sue differenti nature

Video di presentazione

(non presente)

Brano in lingua italiana

 Le nuvole nere

La luna nel pozzo, le mani sul collo
Le nuvole nere, uno strillo, lo giuro, ti mollo
Rumore dai muri, di vetri, di piatti
Di lividi in volto, capelli strappati, ricatti, ricatti
Due lacrime amare, sei punti, un cerotto
Le mani raccolte sul petto ed un urlo interrotto
Paura negli occhi, mi guardi, mi tocchi
Le nuvole nere, preghiere, campane, rintocchi, rintocchi
Sono tra di noi, sono tra di noi

Girati dall’altra parte, non guardare
Fatti solo i fatti tuoi, i fatti tuoi
Non lo sai se va a finire male dopo
Quindi pensa solo ai fatti tuoi, ai fatti tuoi
Questa spina nel cuore, questa voglia di fare
La devi soffocare, la devi soffocare

Coperte strappate, un cappotto, un cartone
Le nuvole nere, le scarpe slacciate, un barbone, un barbone
Capelli annodati, la mano tremante
Che chiede due soldi, un conforto, lo sguardo abbassato,
Vergogna così non si sente, ma si che si sente
Sono tra di noi, sono tra di noi

Lascia stare, non guardare
Non parlare, fatti solo i fatti tuoi, i fatti tuoi
Non lo sai se va a finire male dopo
Quindi pensa ai fatti tuoi, ai fatti tuoi
Questa spina nel cuore, questa voglia di dare
La devi soffocare, la devi soffocare

Occhi chiusi, passi svelti ed indifferenti, nuvole nere
La promessa tradita, una corsa finita
Contro il baratro, muore la vita la vita
Le nuvole nere, nuvole nere…


Brano nel linguaggio dei territori

 

(non presente)