Ho iniziato lo studio del pianoforte classico da bambina e da adulta ho proseguito gli studi conseguendo la licenza di teoria e solfeggio al Conservatorio di Torino nel 1997 e proseguendo con lo studio del piano classico.

Nel frattempo ho frequentato il corso di canto biennale presso il Centro Jazz di Torino.

Da 4 anni frequento il corso di pianoforte e composizione pop con il Maestro Enzo Fornione presso la Fondazione Fossano Musica dove sto approfondendo la musica che più amo: bossa nova, la4n-jazz e musica d’autore.

Presso la stessa scuola ho frequentato il corso di armonia e tecnica di improvvisazione Jazz con il Maestro Gianni Virone ed in veste di pianista ho partecipato alla FFM Big Band.

  • gennaio 2014: progetto “Emozioni”
  • Nasce un proge:o musicale che insieme a 4 miei inedi4, presenta al pubblico pezzi di cantautori italiani e non, come Paolo Conte, Vinicio Capossela, Astor Piazzolla, Gian-maria Testa, Chico Buarque, Guilherme Rondon.

In occasione di questo spe:acolo nascono gli Arianuova, 5 musicis4 che mi accompa-gnano nei miei spettacoli.

Il progetto debuttato in un teatro di Fossano il 19/1/14 e viene poi proposto in vari lo-cali del nord Italia.

- aprile 2016: progetto “Non smetto di cercare (e di sognare)”

Con una nuova formazione della band nasce un nuovo progetto, di soli miei inedi4, che andrà in scena a teatro domenica 17 aprile 2016.

- Da un anno sto collaborando con un autore di tes4 brasiliano, Gilvandro Filho, che ha scri:o una versione portoghese di 2 miei pezzi (“Chuva" e “Volto a 4”, che nella mia versione sarebbero “Neve” e “Ritorni”) e che pubblicherà, nel 2016, un CD che conter-rà “Chuva”.

 

“E SIA”

di Claudia Giulietti

Così dunque sei arrivata con un movimento strano

il braccio si muoveva a scatti, il pensiero era lontano

compagnia indesiderata e invadente, dominante

hai stravolto i giorni miei, nella mente mille domande.

Di me hai preso tu il controllo in un gioco senza fine

nel mostrarti e scomparire nell'illudermi e gioire

eri sempre dentro me mentre ti volevo via

ed io fragile e insicura ero sempre meno mia.

Basta mai più silenzi, basta mai più il vuoto intorno

basta mai più sentirmi meno, basta mai più..

Con il tempo è stato chiaro che non eri tu il problema

ero sempre troppo sola, era chiusa la mia gola

mi vedevano diversa, mi tenevano lontana

la tristezza ed il dolore seminavano il rancore.

Basta mai più il tuo giudizio, basta mai più cercare fuori,

basta mai più il tuo stupore, basta mai più..

Io ti ho dato troppo spazio, questa è stata la follia

il mio tempo scivolava, tu me lo portavi via

ora non ti temo più sei un fatto marginale

pronunciare il nome tuo "EPILESSIA" non fa più male.

Ora son qui nel mio presente, libera ormai da ogni giudizio

tu sei di me solo una parte, ora lo so.

Ora son qui nel mio presente, libera ormai da ogni giudizio

tu sei di me ben poca cosa, ora io so cercare dentro me.

Ascolta il brano:

Autore 2016

Pino Daniele

© MusicaControcorrente.it Largo Gen. Gonzaga del Vodice, 4 - 00195 Roma - Tutti i diritti sono riservati.
DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd