Ninhalua nasce dall'idea di Carla Manduca (cantautrice) di dare nuova identità alle sue ultime canzoni, alla ricerca di un suono originale caratterizzato dall'utilizzo di strumenti prevalentemente acustici e provenienti da culture musicali diverse. Dal 1997 al 2004 Carla Ë stata la vocalist e autrice di testi e melodie del gruppo romano Snafu, con i quali, oltre a pi˘ di 150 performance live in tutta Italia, ha partecipato a diversi Festival ed eventi musicali, tra i quali: Arezzo Wave, Enzimi, Musicultura, Marte Live, MEl, Festival di Berlino. Nel 2003 gli Snafu sono stati gruppÚ spalla di Caparezza al Villaggio Globale, Roma. Inoltre ha inciso con gli Snafu un singolo di tre brani "Mondi invisibili", registrato al Cave Studio di Catania, per la Sonorica Record (1999/2000); e un'autoproduzione del disco "Surrogato di offerte speciali" uscita nel 2003 a Roma. Con gli Snafu ha anche partecipato ad alcune esperienze televisive: 1999 RAI International intervista ed esibizione live, nel2000 Stream: intervista ed esibizione live acustica. Tra il 2000-2001 un cortometraggio "Snafu", girato a Roma per la Keta Production, Ë stato presentato al Festival Internazionale Arcipelago di Roma. E nel 2003 la realizzazione del video Molto chic, brano tratto dal disco autoprodotto "Surrogato di offerte speciali" Ha inoltre collaborato con il dj D.a. Mood come vocalist per la produzione del disco inglese Some kind of angel every day (Roma, marzo 2004) e con lo Studio di registrazione e produzione Hang Loose (Roma) come vocalist nella compilation Corallo beach edita nel 2001. 2006-2007 vocalist dei Gente Strana Posse di Palermo, con i quali ha inciso il disco autoprodotto "La storia si ripete" (2006, Palermo) Nel 2008 l'incontro con Teo Di Piazza (basso, clarinetto, hang, percussioni) e Daniele Schimmenti (percussioni, tabla, harmonium) porta all'elaborazione di un progetto in trio basato su brani originali e alcune cover rivisitate con un forte impianto percussivo. Nel 2011 uniscono al gruppo Nino Agrusa (contrabbasso e bouzuki) e Fabio Passiglia (sassofoni e armonica cromatica), musicisti provenienti da esperienze musicali diverse: musica etnica per il primo, jazz per il secondo. Con questa nuova formazione, il repertorio si orienta principalmente ai brani originali di Carla e sviluppa una propria identità sonora basata sulla scelta diversificata degli strumenti (non a caso i musicisti del gruppo sono polistrumentisti) e dall'intreccio tra il testo e l'arrangiamento musicale. Essendo il gruppo di recente formazione, non ha al suo attivo un gran numero di esibizioni live e sta attualmente lavorando alla produzione di un primo album. Breve curriculum dei musicisti di Ninhalua: Daniele Schimmenti (percussioni, batteria, harmonium): Inizia ad interessarsi di musica popolare nel 1972 collaborando con il Canzoniere del Sud e studiando da autodidatta le tecniche degli strumenti a percussione. Dal 1977 al 1983 suona con il gruppo Rakali partecipando tra l'altro a concerti al Folkstudio di Roma, all'Università di Strasburgo, in varie città della Germania, alla I e II Rassegna della Musica Popolare Siciliana (Terrasini-P A), e trasmissioni radiofoniche e televisive per RAI 3. Nel1988 entra a far parte del gruppo Shamal partecipando alla realizzazione di alcune produzioni discografiche: "Shamal" (1990), "Acqua di mare" (1992) con il percussionista Glen Velez, "Ettna!" (1993, prodotto in USA), "A banna ca sona" (1998). Con Shamal partecipa, tra l'altro, a: "Onde Sonore Mediterranee" (Roma), "Gibellina Etnojazz" nell'ambito delle Orestiadi 1990, "Faenza Folk Festival" (Ravenna), "Sant'Arcangelo dei Teatri" (Ravenna) , "Napoli Visionaria", "Suoni del Novecento" (E. A. Teatro Massimo di Palermo), Università di Venezia, "Festival delle Terre" di Pesaro e Urbino, "Jerusalem Festival" (Israele), "World Musi c Festival" (Roma), Festival "WOMAD in Palermo". Attualmente collabora con Laura Mollica e Giuseppe Greco, Cozze, Ninalua. Ha collaborato con il Teatro Libero di Palermo scrivendo le musiche di numerosi spettacoli tra cui "L'amante" di H. Pinter (1985), "Bobok" con la partecipazione di Mario Scaccia (1987), "Musica per una partenza" di K. Mitropulu (PA 1987, Atene 1989), "Le notti bianche" per la regia di L. Flaszen (1995). Con il polistrumentista Enzo Rao ha composto e realizzato le musiche per gli spettacoli in multivisione "Focu e Faiddi" e "Una stagione tra due secoli". Si occupa inoltre di Didattica Musicale come formatore in corsi per insegnanti ed operatori e come docente con bambini dai 4 agli 11 anni, in particolare con alunni disabili. E' docente di ruolo presso il Circolo Didattico F. Raciti (ex Borgo Nuovo II) di Palermo dove Ë anche Coordinatore del Laboratorio Musicale dal 1996. E' autore del video didattico Suona con gli Atropidi Sgattaiolati, percorso di educazione musicale per la scuola elementare, edito da G.B. Palumbo & C. Editore (Palermo, 2002), di pubblicazioni bibliografiche e collaboratore della rivista Musica Domani. Dal 2006, insieme a Santo Vitale, Salvo Compagno e Claudia Vitale è fondatore della scuola di musica La Bottega delle Percussioni. Teo Di Piazza (basso elettrico, clarinetto, hang e percussioni): Comincia a suonare e ad esibirsi sin da piccolo, principalmente con clarinetto e percussioni. Studia musica classica dai 10 ai 15 anni con il primo clarinetto dell'Orchestra Sinfonica Siciliana, Gaetano Bertucci. In seguito studia percussioni e comincia la chitarra da autodidatta, dedicandosi al rock e al blues in piccoli gruppi locali. Dal 2002 comincia a viaggiare e lavorare in Africa con l'organizzazione umanitaria Medici Senza Frontiere. Durante quest'esperienza, ha la fortuna di conoscere musicisti africani e di collaborare con loro. E' affascinato ed influenzato notevolmente dalle ritmiche del reggae e dell' African Beat. Si esibisce diverse volte con formazioni musicali africane, principalmente come chitarrista; ma si dedica molto allo studio di percussioni africane e tecniche locali. In Uganda, collabora alla nascita della band Climbercats International, attualmente attiva, e partecipa a numerosi live in ambito locale. Tornato in Italia, comincia a suonare prima il basso elettrico e successivamente quello acustico, per poi riprendere lo studio del clarinetto che aveva da tempo messo da parte. Attualmente collabora con: Ninhalua, Cozze e B-colour, come clarinettista, bassista e percussionista. Nino Agrusa (Contrabbasso, Bouzouki): Diplomato in Contrabbasso presso il Conservatorio di Trapani, ha una lunga esperienza nel campo della musica etnica e della ricerca sulle tradizioni popolari siciliane acquisita collaborando sin dal '77 con varie formazioni tra le quali il gruppo Rakali e Shamal. Ha realizzato le musiche di alcuni lavori teatrali e cortometraggi. Ha collaborato con ensemble di musica classica e nel1986 ha fatto parte dell'orchestra lirico sinfonica del Teatro Petruzzelli di Bari. Ha suonato inoltre, con Paolo Belli, Neri per caso, Michele Zarrillo, Gianni Gebbia, Shamal. Negli ultimi anni ha concentrato il suo interesse nella didattica musicale in qualit‡ di insegnante. Fabio Passiglia (Sassofoni e armonica cromatica): Autodidatta, inizia la sua esperienza musicale da bambino con la scoperta dell'armonica cromatica. Poi passa allo studio dei sassofoni soprano, contralto, tenore. Inizia un lungo periodo di analisi dell' improvvisazione jazzistica alternato alle collaborazioni live con vari gruppi (Gospel Project, Carpe Diem, Work in Progress ecc.) e al lavoro in teatro e nelle sale di incisione. Nel 2003 esce "Step One", cd registrato con Work in Progress. Collaborazioni degli ultimi anni con Massimo ~1elodia, Marcello Mandreucci e col pianista americano John Serry.

Autore 2013

Samuele Bersani

Videoplayer Edizione 2013

© MusicaControcorrente.it Largo Gen. Gonzaga del Vodice, 4 - 00195 Roma - Tutti i diritti sono riservati.
DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd